Facebook


Facebook è una grande rete sociale. Il servizio è stato proiettato online il 4 Febbraio dell'anno 2004, gestito dalla società Facebook Inc. Il portale, è stato fondato da Mark Zuckerberg, Eduardo Saverin,  Dustin Moskovitz, Andrew McCollum, Chris Hughes,  era stato progettato dall'inizio per gli studenti dell'Università di Harvard, ma presto fu aperto anche ad altre scuole della zona della Ivy League, della Stanford University e nella zona di Boston. Il sito è stato scritto in vari linguaggi di programmazione. Da subito Facebook ha avuto un imminente successo e visibilità, secondo Alexa è il 3 sito più visitato al mondo dopo YouTube e il colosso Google. Gli utenti del social network possono unirsi a gruppi per condividere interessi con altri utenti, organizzati secondo l'università, il luogo di lavoro, la scuola o altro, condividere contenuti multimediali con altri utenti.

Recentemente molti di utenti usano Facebook come una piattaforma simile a quella di YouTube, mettendo i propri video, creando un pubblico numerosissimo.

Facebook non riguarda solo la vita privata e le conoscenza di persone, ma è anche uno strumento di social marketing. Fatta questa brevissima introduzione del social network, parliamo ora del problema tecnico che ha messo in ginocchio il grande colosso di Facebook, per via di un'errore durante l’aggiornamento delle pagine commemorative. Per colpa di questo errore per qualche oretta, ha fatto uscire un avviso che comunicava la morte di circa due milioni di utenti ancora in vita,  alimentando un notevole numero di messaggi di cordoglio e ore di angoscia per familiari, parenti e amici delle inconsapevoli vittime, che hanno poi postato video e  messaggi in tempo reale per dimostrare di essere ancora vivi.  L’errore tecnico, è avvenuto tramite un messaggio comparso sul profilo di ogni utente, che invitava la community a celebrare la vita del morto, condividendo insieme quel bel ricordo. La notizie della morte, ha colpito lo stesso fondatore del social network, Mark Zuckerberg, sul cui profilo è apparso un messaggio in sua memoria. E in rete è circolata immediatamente la foto del suo account in lutto.


Dopo molte ore Facebook si è accorto del problema tecnico. In brevissimo tempo  ha riportato in vita tutti i non morti. E il loro portavoce ha spiegato così: “Oggi, per un brevissimo periodo, un messaggio che sarebbe dovuto comparire sulle pagine commemorative è finito anche su altri account. È stato un errore terribile, ma ora abbiamo rimediato. Ci dispiace molto per quello che è successo e abbiamo fatto il possibile per sistemare ogni problematica il più velocemente possibile”. Facebook ha risolto il problema e chiesto scusa a quasi 2 milioni di utenti.


Dati per morti da Facebook, è successo a due milioni di utenti

Il colosso Facebook ci dà per morti. È successo a circa due milioni di utenti del famoso social media che si sono ritrovati a leggere la notizia del loro decesso sulla propria pagina Facebook, accanto a un piccolo fiore.