Addio a Carlo Azeglio Ciampi

Addio a Carlo Azeglio Ciampi

"L'Unità d'Italia, l'indipendenza e la libertà sono conquiste straordinarie che vanno difese ogni giorno. E vanno difese con la capacità di cooperare per il bene comune, con il desiderio di provare, anche individualmente, la gioia di fare qualcosa per il bene dell'Italia, per il suo prestigio nel mondo, per il benessere della nostra comunità". [Carlo Azeglio Ciampi]
Si è spento l'ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Aveva 95 anni e recentemente si era sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.
Classe 1920, nacque a Livorno il 9 dicembre. E' stato il decimo presidente della Repubblica Italiana, dal 18 maggio 1999 al 15 maggio 2006. Dal 1979 al 1993 coprì il ruolo di governatore della Banca D'Italia, ruolo che lo fece nominare ministro del Tesoro e del Bilancio e della programmazione economica dal 1996 al 1999. Fu anche presidente del Consiglio dei Ministri dal '93 al '94, il primo nella storia della Repubblica a ricoprire questa carica, ed in seguito quella di Capo dello Stato, pur non essendo parlamentare.
In piena Tangentopoli venne incaricato da Oscar Luigi Scalfaro, allora presidente della Repubblica, per tentare di stabilizzare i conti pubblici e varare una nuova legge elettorale prima del ritorno alle urne. Rimase in carica per 377 giorni, dando vita al primo governo tecnico della nostra storia. I suoi contributi più significativi risalgono la lotta all'inflazione attraverso l'accordo governo-parti sociali del '93. Inoltre, con Ciampi al governo, si diede il via alla privatizzazione di numerose imprese pubbliche, estendendo il quadro di riferimento normativa e provocando le prime operazioni di dismissioni. A termine del suo esecutivo, fu ministro del Tesoro durante il governo Prodi e quello di D'Alema. Nel primo fu artefice dell'abbattimento di quattro punti percentuali del deficit pubblico, una manovra che mise l'Italia nella posizione di poter rispettare uno dei più difficili parametri di Maastricht, al fine di onorare le condizioni per l'ingresso tra i Paesi di testa nella moneta unica.
Quando fu eletto Presidente della Repubblica nel 1999 ottenne un consenso vastissimo, diventando uno dei capi di Stato più apprezzati.


Ricordando Carlo Azeglio Ciampi

Il 3 maggio del 2006 Carlo Azeglio Ciampi, comunica ufficialmente dal Quirinale di non essere disponibile ad un ulteriore settennato.

Condividi su: / /

7 commenti

  1. Nina Sannitu

    R:I:P:

  2. Piero Reali

    Grande.Uomo. Ciampi che Dire.Grande.

  3. Mariapia Guerrera

    riposa in pace.

  4. Graziano Il Guidoriccio

    Tante ipocrite false verità ,uno dei tanti MANGIAUFFI che hà avuto questa nostra Italia; non è stato il primo e nemmeno l'ultimo!! L'unica verità e indefessa situazione e questa dove ci hanno portato questi personaggi ,il deficit e l'inflazione sono opera di loro e di nessuna

  5. Giuseppe Vassena

    Dispiace dire queste cose di un morto ma ha preso tanti soldi inutili che avrebbero potuto fare stare meglio milioni di poveri

  6. Angelo Camilli

    le mie condoglianze alla faiglia

  7. Gianfranco Bernardoni

    R.I.P.

Lascia il tuo commento


Saluti Recenti
Gino Manni
R.i.p......
Santo Parisi
R.i.p.......
Santo Parisi
Condoglianze alla famiglia!!!......
Santo Parisi
Condoglianze a tutta la famiglia......
Santo Parisi
Condoglianze......
Santo del giorno

Il Santo di oggi è Santa Bibiana (Viviana). Fai gli auguri a tutte le "Viviana", "Bibiana" e i "Savino" che conosci.

Servizi

Interflora