Carlo D'Angiò gran poeta della musica Napoletana

Carlo D'Angiò gran poeta della musica Napoletana

Carlo D'Angiò è morto oggi il 5 Settembre del 2016, all'età di 70 anni, a causa di un male terribile il cancro. D'Angiò, insieme a Giovanni Mauriello, Roberto De Simone e Eugenio Bennato furono i fondatori della "NCCP, la Nuova Compagnia di Canto Popolare", gruppo di musica folk.
Nel 1976 sempre insieme a Eugenio Bennato diete vita alla band "Musicanova".
Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, lo ricorda così: "Attraverso la musica e con assoluta sensibilità D'Angiò ha rappresentato un ponte tra passato e futuro per l'identità meridionale e napoletana. Ha raccontato magistralmente il brigantaggio, le quattro giornate fino ad immaginare e rendere tangibile una società e una cultura costituita ieri come oggi da tutti i popoli del Mediterraneo. Oggi Napoli piange un artista assoluto. Senza confini. Ciao Carlo D'Angiò ".
Carlo D'Angiò il mito del folk napoletano, nonostante il suo male, fino alla fine dei sei giorni continuò a registrare un nuovo brano insieme al cantante Eugenio Bennato.


Condividi su: / /

Lascia il tuo commento

* Dichiaro di aver preso visione dell'informativa ai sensi del Decreto Legislativo 196/2003 e del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 Aprile 2016 (GDPR).
Autorizzo altresì Pagine Sì! e ed i suoi partner al trattamento dei miei dati personali per attività promozionali, pubblicitarie e di marketing dei propri prodotti e servizi

Saluti Recenti
Fedele Corrent
Ciao fedele mi rimarranno per sempre i bellissimi ricordi con te sulle piste di montecampione e......
Fedele Corrent
Ciao bisnonno!
rimani e rimarrai sempre nel mio cuore e mi manchi già tantissimo ..
......
Antonio E Liliana Pucci
Condoglianze alla famiglia......
Fedele Corrent
Un nonno, un grande uomo, grande persona che ha seguito degli ideali senza smarrirli con il passare......
Antonio E Liliana Pucci
Sentite condoglianze......
Santo del giorno

Il Santo di oggi è Sabato Santo. Fai gli auguri a tutti gli "Emanuele" che conosci.