Il Palazzo dei Turch...

Il Palazzo dei Turch...
- Siena -

Il Palazzo dei Turchi, meglio conosciuto come ‘Palazzo dei Diavoli’, è avvolto da un’aura di mistero: sembra infatti che questo palazzo fosse appartenuto alla famiglia, ormai estinta, dei Turchi, come si legge nell’iscrizione nel portone principale ‘Palatium Turcarum’, e che proprio qui avvenissero riti satanici e messe nere.

Vi sono due ipotesi per l’origine della sua denominazione: la prima è che alcuni senesi si sarebbero ritrovati nel palazzo per celebrare il culto Satanico con sfrenate orge e messe nere. La seconda ipotesi, invece, fa riferimento ad un avvenimento accaduto molti anni fa.
Era il 25 Luglio 1526 quando l’esercito inviato da Papa Clemente VII e dai fiorentini contro Siena fu disperso dai soldati della repubblica, lasciando sul campo le artiglierie. Una rivalsa – secondo quanto sostengono le tradizioni popolari- che ebbe luogo grazie all’intervento di forze sovrannaturali o diaboliche.

La parte più antica della struttura risale al XIV secolo e fu poi sopraelevata e munita di una torre cilindrica. In seguito, nel 1460, fu ingrandito e dotato di una cappella.


Condividi su: / /

Lascia il tuo commento


Saluti Recenti
Alfonso Sgattoni - San Benedetto del Tronto
Sono ancora sconvolta
buon viaggio caro alfonso che la terra ti sia lieve......
Alfonso Sgattoni - San Benedetto del Tronto
R.i.p.......
Alfonso Sgattoni - San Benedetto del Tronto
Mi dispiace tantissimo! !! condoglianze a tutta la famiglia. .. destino di due fratelli......
Alfonso Sgattoni - San Benedetto del Tronto
Una gran brava persona oltre che un amico.......
Alfonso Sgattoni - San Benedetto del Tronto
Ti saluto come abbiamo fatto sempre ciao preside ......
Santo del giorno

Il Santo di oggi è Giovedì Santo. Fai gli auguri a tutte le "Attilia" e "Caterina" che conosci.

Glossario

Definizione e termini utilizzato in ambito funebre.

Cimiteri

Informazioni sui cimiteri italiani.

Articoli vari

Informazioni e argomenti utili riguardandanti le tematiche ricorrenti in ambito funebre.