Le frasi più belle di Alda Merini

Le frasi più belle di Alda Merini
- Milano -

Le frasi più belle di Alda Merini
"Mi piace chi sceglie con cura le parole da non dire."
"La persona che ho sempre adorato sono io."
"L'amore della povera gente brilla più di una qualsiasi filosofia."
"I colori maturano la notte."
"Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore."
"Alle volte il silenzio dice quello che il tuo cuore non avrebbe mai il coraggio di dire."
"Amore mio ho sognato di te come si sogna, della rosa e del vento."
"Ringrazio sempre chi mi dà ragione."
"Niente per una donna è più simile al paradiso di un figlio che le farà sognare l'amore per sempre..."
"Alle volte il silenzio dice quello che il tuo cuore non avrebbe mai il coraggio di dire."
"È una vita che cerco riparo dalla santità."
"Anche la follia merita i suoi applausi."
"Ogni alba ha i suoi dubbi."
"Non cercate di prendere i poeti perché vi scapperanno tra le dita."
"Quelle come me guardano avanti, anche se il cuore rimane sempre qualche passo indietro."
"Pensa che in un albero c'è un violino d'amore. Pensa che un albero canta e ride. Pensa che un albero sta in un crepaccio e poi diventa vita."
"Potresti anche telefonarmi e dirmi in un soffio di vita che hai bisogno del mio racconto: favole di una bimba che legge i sospiri, favole di una donna che vuole amare."
"La formica è un esempio di serietà naturale."
"Accarezzami, amore, ma come il sole che tocca la dolce fronte della luna."
"Dio ci regala il sonno per vincerci il giorno dopo."
Alda Merini è nata il 21 marzo del 1931. Fin da giovanissima ha conosciuto i primi turbamenti dell'anima: La depressione e l'inquietudine esistenziale l'accompagneranno per tutta la vita, come la sua amata Milano, città in cui si rifugiava dopo ogni soggiorno negli ospedali psichiatrici. Voce autorevole nei salotti della letteratura, conosceva e frequentava Montale, Quasimodo e Manganelli. Alda Merini. Scrittrice provocatoria e vulcanica, ha ottenuto alcuni tra i maggiori riconoscimenti letterari come 'Premio Librex Guggheneim e il Premio Viareggio'.


Intervista alla grande Alda Merini

E' morta a Milano il primo novembre del 2009 per un tumore alle ossa. Da anni viveva in stato di indigenza; per lei era stata chiesta anche l'applicazione della Legge Bacchelli e aveva ottenuto un vitalizio.

Condividi su: / /

Lascia il tuo commento


Saluti Recenti
Teodosio Belfiore - Torre Annunziata
Che triste natale......
Teodosio Belfiore - Torre Annunziata
Teo ha lasciato me anny arancini la sua attuale compagna nonché moglie come m chiamava lui,......
Don Mario Bergami - Castelleone
Abbiamo conosciuto don mario durante la degenza all ospedale di villanova, la sua presenza è stata......
Don Mario Bergami - Castelleone
R.i.p......
Alfredo Festa
R.i.p.......
Santo del giorno

Il Santo di oggi è San Siro di Pavia. Fai gli auguri a tutti gli "Siro" e "Cesare" che conosci.

Servizi

Interflora