Primetto Barelli

Primetto Barelli
- Anghiari (Arezzo) -

n. 01/01/1931 | m. 14/08/2014

Si è spento all'ospedale di Sansepolcro Primetto Barelli, storico titolare del ristorante "Castello di Sorci", il locale dei vip. Malato da tempo, stavolta non è riuscito a superare la fase critica. Il 27 agosto avrebbe compiuto 83 anni. Lascia la moglie Gabriella e i figli Alberto, Veronica e Alessandro. Primetto Barelli era molto conosciuto non solo nell'Aretino; amico di personaggi illustri dello spettacolo e non solo, anche nell'ultimo Capodanno aveva ospitato al Castello di Sorci la star internazionale del cinema Monica Bellucci insieme ai genitori.
Il suo locale è diventato famoso anche perchè lo stesso Primetto aveva ideato il "pranzo col fantasma" in un'atmosfera davvero suggestiva, visto che la leggenda vuole che intorno alla famosa locanda di Anghiari si aggira una presenza occulta, un fantasma che tiene compagnia ai commensali. Tra i vip abituali clienti anche in passato, Roberto Benigni, Luca Di Montenzemolo, Edwige Fenech, Pupi Avati, Bernardo Bertolucci.


Condividi su: / /

Perugia SITO WEB 075 8559977 V. Martiri della Liberta', 7/A-B Città Di Castello - Perugia

Lascia il tuo commento

* Dichiaro di aver preso visione dell'informativa ai sensi del Decreto Legislativo 196/2003 e del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 Aprile 2016 (GDPR).
Autorizzo altresì Pagine Sì! e ed i suoi partner al trattamento dei miei dati personali per attività promozionali, pubblicitarie e di marketing dei propri prodotti e servizi

Pubblicato da:
Perugia SITO WEB 075 8559977 V. Martiri della Liberta', 7/A-B Città Di Castello - Perugia
Saluti Recenti
Mario Robutti - Pietra Ligure
Ciao mario......
Gennaro Sartanaro - Casalnuovo
Rip......
Vincenzo Licata - Grotte
Sentite condoglianze......
Gennaro Sartanaro - Casalnuovo
R.i.p.gennaro tu con tutte l'altre vittime.......
Vincenzo Licata - Grotte
Contoglianze alla famiglia......
Santo del giorno

Il Santo di oggi è San Bernardo di Chiaravalle. Fai gli auguri a tutti i "Bernardo" e "Filiberto" che conosci.