Un anno fa Carbonia e il calcio sulcitano rivolgevano l'ultimo saluto a Roberto Serra. Classe 1963, Roberto era un amante dello sport, aveva alle spalle una discreta carriera nel calcio ed era un volto noto in città per aver vestito tanti anni la maglia biancoblù.

Serra era cresciuto nelle primaverili del Cagliari tra gli anni '70 e '80, per venire in seguito ceduto al Carbonia, dove divenne nel corso degli anni un vero e proprio pilastro della squadra, collezionando numerose presenze – 82 – e diverse reti importanti. Dopo una breve esperienza col Treviso, squadra con la quale concluse la sua carriera, Roberto tornò in Sardegna e continuò a praticare sport a livello amatoriale, interessandosi soprattutto di tennis. Proprio durante una partita sui campi da Tennis del Margine Rosso, Roberto è stato colto da un malore fulminante che in pochi secondi l'ha portato via.

La notizia della sua scomparsa ha fatto in poco tempo il giro dell'Isola e non solo, lasciando nel più sincero sconforto la sua famiglia, gli amici di sempre e tutti quanti avevano avuto modo di conoscerlo sia dentro che fuori l'ambito sportivo. Roberto se n'è andato via a soli 52 anni lasciando un grande vuoto nel mondo dello sport e nei cuori di tutte le persone che, senza alcuna fatica, avevano imparato a volergli bene. Ciao, Roberto.