I paesi più pericolosi e più sicuri nella guida


I paesi migliori nella guida

I Paesi con il tasso più basso di mortalità per milione di abitanti e le strade più sicure troviamo: In vetta alla classifica l
'Olanda (35), seguita da Lituania (34), Stati Uniti (33), Repubblica ceca (32), Belgio (28), Francia (29), Svezia (30), Gran Bretagna (32), Italia (31), Danimarca (32), Spagna (38), Germania (40) , Irlanda (41), Ungheria (42) e Slovacchia. L'Italia si colloca, come numero di incidenti stradali, all'ottavo posto della classifica dei migliori paesi dove guidare.



I paesi peggiori nella guida

Mentre la guida più pericolosa, troviamo: La
Bulgaria (100), seguita da Romania (98), Polonia (78), Lettonia (79), Iran (75), Colombia (74) e Perù (73). Quelli veramente peggiori, oltre 2600 morti sono: Etiopia, Sudan, Mali, Niger, Tanzania e Congo. La peggiore guida in assoluto quella dell'El Salvador che ottiene una valutazione bassissima, seguita dal Guatemala, Venezuela, Romania, Indonesia e Ecuador. Riescono a fare meglio di questi paesi: Panama, Costa Rica e Filippine.

La maggior parte degli incidenti avviene sulle strade di campagna (56%), mentre nelle aree urbane (37%) e solo l'10% sulle autostrade. Le maggiori cause di incidente stradale sono la distrazione,
il mancato rispetto delle regole di sicurezza, l’elevata velocità e l’uso del telefonino durante la guida. A renderlo noto è l’Istat, che ha diffuso i dati provvisori: l’anno scorso ci sono state 3.150 vittime e 246.051 feriti, per un totale di 2.174.892 incidenti stradali con lesioni a persone. I mesi con più frequenza di incidente, sono i mesi estivi. Il picco sono nel periodo di Luglio e Agosto, quando le famiglie adoperano maggiormente l’auto e i motociclisti la usufruiscono per recarsi nei luoghi di vacanza. 


E' ritornata a migliorare la sicurezza stradale nei paesi Europei, che ha registrato un calo del 3% di incidenti mortali nell'anno 2017, anche se il numero di vittime resta elevato, con 25.300 morti e 136 mila feriti gravi l'anno scorso. In Italia gli incidenti sono diminuiti del 4% su anno e del 22% tra il 2009 e il 2016.

In tutti i paesi Europei si intensificano gli sforzi in modo da poter raggiungere il traguardo di dimezzare il numero di morti della strada tra il
2018 e il 2025.