Risultati: 46
  • Milano - 02/09/2017

    Gianni Frongia - Legnano

    È stato un malore a strappare Gianni Frongia all'effetto dei suoi cari.

    Si trovava solo in casa, quando è avvenuta la tragedia. Nella contrada San Martino, a Legnano, tutti conoscevano quell'uomo buono e sempre sorridente che amava la vita.

    Ora è grande il vuoto che ha lasciato, ma è di gran lunga più grande il ricordo che di Gianni si avrà, per il resto della vita.

  • Milano - 28/08/2017

    Nanni Svampa

    Si è spento all'età di 79 anni una grande figura dello scenario culturale milanese e non solo.

    Nanni Svampa se n'è andato, lasciando dietro di sé un enorme vuoto. Inventore della band comica dei Gufi, nonché grande cultore della canzone popolare lombarda, Nanni era davvero una importante personalità.

    La notizia della sua morte si è immediatamente diffusa e tutti si preparano a rendergli omaggio, proprio come ai fa coi grandi.

  • Milano - 18/08/2017

    Bruno Gulotta

    Doveva essere una vacanza in famiglia, quella che Bruno Gulotta e la sua compagna stavano trascorrendo a Barcellona, in compagnia dei due figli.

    Doveva essere una giornata come tante altre, a passeggio sulla Rambla, ma in un attimo tutto si è trasformato in tragedia. Bruno è stato uno dei primi ad essere travolto dal furgone guidato dal terrorista ed il tutto è avvenuto sotto gli occhi di chi lo amava. Martina è riuscita a trascinare via il figlio Alessandro, che camminava al fianco del papà, mentre la piccola Aria si stringeva al petto della sua mamma.

    Così, davanti ai suoi cari, Gulotta ha esalato l'ultimo respiro, spegnendosi a soli 35 anni. I colleghi di Tom's Hardware sono ancora increduli e non si danno pace. Bruno era davvero l'amico che tutti vorrebbero avere, serio ed attento nel suo lavoro, simpatico e disponibile nella vita privata. Ancora una volta la furia omicida del terrorismo ha strappato alla vita chi aveva ancora tanto da dare, ucciso senza un vero motivo.

    La rabbia lascia presto spazio alla sofferenza ed al dolore, che si mischiano alla consapevolezza che, nonostante non sia più tra noi, Bruno continuerà a vivere nel cuore di chi gli ha voluto bene, per sempre.

  • Milano - 28/07/2017

    Don Giuseppe Fonsato - Legnano

    Legnano piange il caro don Peppo, che ha lasciato questa terra per ricongiungersi a Dio, all'età di 62 anni.

    Don Giuseppe Fonsato era la guida spirituale della città, sempre pronto ad ascoltare e a dare conforto.
    Tutti gli volevano bene ed è grande il vuoto che ha lasciato.

    Il suo ricordo continuerà a vivere nel cuore di chi ha avuto la fortuna di incrociare la sua strada.

  • Milano - 09/05/2017

    Ugo Fabietti

    Se ne è andato Ugo Fabietti, professore di Antropologia culturale all'Università di Milano Bicocca.

    Aveva solo 66 anni e con la sua prematura scomparsa se ne va una delle figure più autorevoli del settore. A lui si deve l'enorme contributo offerto all'istituzionalizzazione dell'antropologia tramite la redazione di manuali introduttivi e di storia.

    Con Fabietti se ne va un antropologo appassionato, un ricercatore di grande statura e un insostituibile maestro il cui ricordo vivrà in eterno nei cuori di chi ha avuto l'onore di conoscerlo

  • Milano - 05/05/2017

    Renato Galli - Novate Milanese

    La comunità di Novate Milanese saluta l’ex pugile Renato Galli, storico sportivo del paese conosciuto da tutti.

    Renato era un uomo appassionato e con tantissima forza di volontà. Era conosciuto da tutto il paese, e anche oltre in seguito alla conquista del titolo di campione d'Italia di pugilato peso Piuma nel 1968. Nato a Milano nel 1937, durante la sua lunga carriera pugilistica durata quasi 20 anni ha sostenuto circa 200 incontri in giro per il mondo, mostrando ai suoi avversari lo spirito e lo stile italiano, affrontando anche 3 volte José Legrà, Campione del mondo dell'epoca.

    Ma Renato non era solo un grande pugile, era anche un grande uomo, corretto, onesto, che non mollava mai e rimaneva sempre saldo ai suoi ideali.

    La famiglia comunica che la cerimonia funebre si terrà sabato 6 maggio ore 15 nella Chiesa San Gervaso e Protaso di Novate Milanese , ed invita i cittadini alla presenza, per un ultimo saluto a Renato, grande campione che ha illuminato ed ispirato con le sue gesta sportive.

  • Milano - 11/04/2017

    Aurelio Stanzione - Legnano

    Legnano piange Aurelio Stanzione, pensionato 79 enne scomparso improvvisamente.

    Il mondo della politica cittadina perde una figura di spicco, attivo membro del PD, sempre presente alle varie iniziative sociali. Aurelio era un ex manager commerciale, segnato dalla propria esperienza personale come profugo della Venezia Giulia, più volte oggetto di racconto in incontri organizzati dal Comune.

    Le sue parole, così come il suo ricordo, resteranno per sempre vivi nella memoria di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.

  • Milano - 03/04/2017

    Giuseppe Vignati - Sesto San Giovanni

    Sesto San Giovanni saluta con affetto Giuseppe Vignati, ricercatore, archivista, storico, promotore culturale molto noto per essere una colonna portante dell’Isec, l’Istituto di storia dell’età contemporanea.

    Per tutti era Peppino, un uomo generoso che ha dato tantissimo del suo tempo alla città, studiandola per conservarla e per apprenderne la bellezza più intima. Sapeva essere burbero, e poteva bacchettare chiunque con dettagliate informazioni e volumi da leggere.

    Con Aurelio Molteni, Rino Sperindio, Sandro Monteverdi e Giorgio Oldrini iniziò a raccogliere tempo fa le innumerevoli testimonianze di chi aveva vissuto e combattuto durante la Resistenza e la Liberazione. Da quel momento la biblioteca di Cascina Gatti, dove Peppino lavorava, sarebbe diventata la base di quello che diventò l’Istituto per la storia delle Resistenza e del movimento operaio, oggi Fondazione Isec.

    Storico autodidatta, è stato sempre molto apprezzato, e i suoi libri sulla Resistenza e sull’età contemporanea si studiano oggi nelle università. Per tanti anni è stato un dipendente del Comune, responsabile della biblioteca decentrata di Cascina Gatti.

    La Resistenza, la politica, l’impegno culturale, civile e civico. La comunità saluta con tanta commozione Peppino, instancabile promotore culturale, creatore di una memoria più grande di lui e della comunità stessa, custode di un passato senza il quale non sarebbe possibile vedere con la stessa chiarezza il presente e il futuro. Per tutto questo la comunità lo ringrazia, promettendo di non dimenticarlo mai, ora che è entrato anche lui a far parte della storia e della tradizione.

  • Milano - 20/03/2017

    Piergiorgio Tiboni

    Le comunità bresciana e milanese, insieme a tutto il mondo del sindacato, piangono la scomparsa di Piergiorgio Tiboni, fondatore della Confederazioneunitaria di base (Cub), storica figura del sindacato operaio.

    Piergiorgio era nato nel 1938 a Vorbano, iniziando a lavorare nella fabbrica locale della Falck come operai, ed è proprio lì che inizia il suo cammino sindacale: viene eletto delegato per la Fim-Cisl, e una volta arrivato a Milano inizia la scalata, fino ad arrivare ad essere segretario generale.

    Intransigenza e coraggio erano i valori che portava avanti, e nonostante il suo pensiero cozzava con quello dei vertici di allora, che lo licenziarono, lui non si arrese mai. Nel 1992 fondò la Cub, un nuovo sindacato che ha contestato, secondo le sue parole, “le politiche di concertazione e di svendita dei diritti di Cgil, Cisl e Uil”.

    Un uomo che ha sempre avuto a cuore la giustizia, il bene per gli altri, l’uguaglianza, e che non ci pensava due volte a battersi fino in fondo per quello che riteneva giusto. Un uomo dai valori saldi e importanti, un faro nel mondo del lavoro che ha aiutato tanti uomini e donne, sempre dalla parte dei più deboli.

    Tutti sono addolorati per la sua scomparsa, senza dubbio l’Italia intera lo ricorderà come un grande uomo, un modello d’ispirazione che spingerà per sempre, attraverso il suo ricordo, a combattere per i valori di uguaglianza, di solidarietà e di libertà. I funerali si terranno mercoledì a Milano.

  • Milano - 14/03/2017

    Veronica Sogni

    Veronica Sogni aveva solo 28 anni ed una vita piena di sogni e progetti ora spezzati per sempre. E' stato un tumore a strappare la giovane all'affetto dei suoi cari. Nel 2009 aveva partecipato a Miss Italia, aggiudicandosi la fascia di Miss Sash Modella Domani. La sua bellezza era indiscutibile, così come il suo grande carisma. Non si è mai data per vinta ed ha lottato con tutte le sue forze fino alla fine. Da quando nel 2012 era arrivata la triste notizia, Veronica aveva tirato fuori tutta la sua grinta, sfoggiando sicura il suo nuovo look, ironizzando sulla somiglianza con una guerriera Masai. Lei era così, ironica e divertente, appassionata di canto e con tanta voglia di fare. La sua assenza è oggi un macigno sulle spalle di chi le voleva bene, ma tutti sanno che la bella miss non vorrebbe vedere neanche una lacrima, ma sorrisi sereni, in memoria di tutto ciò che di speciale ha regalato in questa breve vita.

  • Milano - 13/03/2017

    Luca Adami - Abbiategrasso

    La comunità di Abbiategrasso piange la scomparsa improvvisa di Luca Adami, giovane solare ventenne scomparso in seguito ad un drammatico errore per recuperare le chiavi della sua auto cadute in un tombino.

    Luca era un ragazzo entusiasta della vita, molto pacato ma pieno di energia. Faceva parte della consulta giovani ed era molto conosciuto sia nella zona Abbiatense che nel Magentino, frequentava il primo anno di Scienze della Comunicazione e militava tra le file dei Giovani Democratici. Aveva molti amici che lo apprezzavano e lo stimavano per quel suo talento di vedere sempre il meglio dalla vita e nelle persone, che permetteva di riuscire a trovare il sorriso anche in una giornata grigia.

    Aveva molta passione in tutto quello che faceva e gli stava a cuore il futuro della sua comunità e dei giovani come lui. La comunità si stringe attorno alla famiglia e ricorda tutte le qualità della personalità di Luca, che continuerà ad essere ricordato con affetto e come un modello d’ispirazione per il suo entusiasmo, la sua energia e la voglia di fare sempre meglio.

  • Milano - 09/03/2017

    Vincenzo Armatura - Legnano

    Il suo triste calvario è iniziato nel 2009, con un terribile malore che lo ha colpito nel pieno della vita.
    Dopo anni di precarie condizioni di salute, ricoverato presso la Fondazione S.Francesco di Legnano, ci ha lasciati Vincenzo Armatura, socio fondatore di Legnanonews ed apprezzato fotografo di Legnano.
    Il Palio della città vedeva in lui un assoluto protagonista, con scatti che immortalavano profondamente l'anima delle contrade.
    Era un uomo deciso e determinato, che ha sempre messo cuore e forza in tutto ciò che faceva.
    Il suo sorriso e la sua voglia di vivere resteranno per sempre nei ricordi di chi gli ha voluto bene.

Back to top