• Bibi Ballandi
    Bologna - 15/02/2018

    Bibi Ballandi

    Si è spento il Bibi Ballandi, grande produttore televisivo bolognese.

    Aveva 71 anni ed era considerato uno dei più influenti produttori del panorama ialiano. Lavorò per i programmi di intrattenimento più famosi degli anni Novanta e Duemila, su tutti Ballando con le stelle e Ti Lascio una Canzone. Collaborò con artisti del calibro di Adriano Celentano, Gianni Morandi, Fiorello e Giorgio Panariello, diventando un punto di riferimento per il varietà nostrano.

    Nato a Bologna il 26 giugno 1946, mosse i primi passi nella produzione negli anni Sessanta come manager di cantanti del livello di Al Bano, Orietta Berti e Mina. Organizzò l'indimenticabile tour di Lucio Dalla e Francesco De Gregori, e collaborò con il primo Fabrizio De Andrè.
    Emiliano doc, con lui il mondo dello spettacolo italiano non perde solo un grande professionista ma una figura positiva, solare e amante della vita.

  • Fabio Bonetti
    Bologna - 17/12/2017

    Fabio Bonetti

    Lo sport bolognese piange l'improvvisa scomparsa di Fabio Bonetti, venuto a mancare a 55 anni in seguito ad un malore.

    Fabio aveva 55 anni e, oltre ad avere un glorioso passato da tennista professionista, la sua passione da qualche anno era diventata il beach-tennis, disciplina in cui si è laureato campione italiano.
    Una vita dedicata allo sport, tanto che Fabio era anche il titolare di una società che organizza eventi sportivi.

    Il commosso pensiero di tutti va alla moglie Tiziana e ai tre figli, con la certezza che il ricordo di Fabio resterà intatto nei cuori di chi ha avuto il piacere di conoscerlo.

  • Marino Perani
    Bologna - 18/10/2017

    Marino Perani

    Bologna piange Marino Perani, scomparso all'età di 77 anni.

    Il panorama calcistico bolognese perde uno dei suoi assoluti protagonisti, il numero 7 dello Scudetto e delle Coppe Italia, smessi i panni da calciatore, ha indossato quelli di tecnico delle giovanili e della prima squadra.
    Un uomo dalle mille risorse, un campione non solo nello sport, ma anche e soprattutto nella vita.

    Alla famiglia giungano le più sentite condoglianze.

  • Ivano Pioppi
    Bologna - 15/05/2017

    Ivano Pioppi

    Il mondo del sindacato bolognese perde con lui un grande protagonista.

    Se n'è andato a 64 anni Ivano Pioppi, dirigente Cgil Camera del lavoro metropolitana di Bologna, con una lunga carriera alle spalle. Con lavoro e sacrificio era riuscito a farsi rispettare da tutti, guadagnando la stima di tutti.

    Era un uomo d'altri tempi e la sua morte è un duro colpo per quelli che gli volevano bene.

    Distrutte dal dolore la moglie Gabriella e la figlia Sara, strette in un grande abbraccio, nel ricordo di Ivano, che resterà per sempre nei loro cuori.

  • Giorgio Guazzaloca
    Bologna - 27/04/2017

    Giorgio Guazzaloca

    Bologna piange Giorgio Guazzaloca, ex primo cittadino, spentosi all'età di 73 anni.

    A sconfiggerlo è stato un male incurabile, che ne ha minato il fisico ma non la mente.
    Era un commerciante stimato, membro e poi presidente della camera di commercio della città, tutti ne ricordano la saggezza e l'impegno profuso per la valorizzazione del territorio.

    Molti gli attestati di stima giunti alla famiglia da ogni parte della nazione, per rendere omaggio a ad un uomo che ha dato tanto alla sua Bologna, che oggi, commossa, lo ringrazia.

  • Valter Conti - Ozzano
    Bologna - 06/03/2017

    Valter Conti - Ozzano

    Se ne è andato nella notte Valter Conti, ex primo cittadino di Ozzano.

    Fu in carica dal 1995 al 2004 e da tempo aveva problemi di salute. Classe 1949, iniziò il suo impegno politico nelle liste del Fgci, dal 1968 nel Pci e nel 1991 nel Pds-Ds. Lavorò per 26 anni come dipendente nel settore metalmeccanico per poi mettersi in proprio nel 1990, fino ad approdare ai vertici delle rappresentanze di Cna nel territorio.

    Nel giorno del dolore, la comunità si stringe attorno alla famiglia. Con la consapevolezza che il ricordo di Valter resterà intatto nei cuori di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.

  • Stefano Milani
    Bologna - 21/02/2017

    Stefano Milani

    Era malato da tempo Stefano Milani, noto parrucchiere imprenditore di Bologna. Ha tentato con tutte le sue forze di far fronte alla malattia, ma ultimamente le sue condizioni di salute si erano aggravate ed alla fine non ce l'ha fatta.

    Partito da San Lazzaro, quel ragazzo di talento di strada ne aveva fatta, vantando all'attivo ben sei negozi diffusi in città ed in provincia. Più che un semplice professionista, Stefano era un vero e proprio artista, capace con i suoi tagli di dar vita ad autentiche opere d'arte. Questo suo dono però non lo aveva cambiato: era rimasto sempre il giovane umile e gentile di sempre.

    Una grande perdita per la comunità, che oggi lo ricorda con affetto. La sua prematura scomparsa non affievolirà mai il bene che tutti provavano per questo bravo ragazzo volato via troppo presto.

  • Gian Paolo Desii
    Bologna - 19/02/2017

    Gian Paolo Desii

    Si è spento all'età di 78 anni, a causa di un male incurabile, Gian Paolo Desii, figura storica per la Fortitudo Baseball.

    Era una persona gentile e disponibile, sempre pronta a dare consigli.
    Uomo stimato ed apprezzato, soprattutto nell'ambito dell'Attività Giovanile della Società al Centro di Casteldebole.

    Lascia la moglie Paola ed i figli Maurizio e Massimo, ai quali va oggi l'abbraccio commosso di tutta la comunità bolognese.

  • Massimiliano Franchini
    Bologna - 04/02/2017

    Massimiliano Franchini

    Ci ha lasciati all'improvviso Massimiliano Franchini, gettando tutti nello sgomento.

    Un malore lo ha strappato alla vita, aprendo nei cuori una profonda ferita. Max era il simpatico oste del noto "Le golosità di nonna Aurora", in una città che gli voleva bene come uno di famiglia.
    A soli 46 anni il suo futuro è stato spazzato via ed ora non resta che il dolore per un amico che scompare troppo presto.

    Ai familiari ed alla moglie Irina vanno le più sentite condoglianze e l'abbraccio di tutta Bologna.

  •  Pietro Galletti
    Bologna - 30/01/2017

    Pietro Galletti

    Se n'è andato all'improvviso Pietro Galletti, stimato professionista ed uomo esemplare.

    Grande appassionato di sport, centrocampista di eccellente livello nel calcio semiprofessionistico, ma non solo.
    Ha saputo guidare la Fortitudo baseball egregiamente, attraverso la carica di vice Presidente e responsabile del Marketing e della Comunicazione.
    Era portatore di ottimismo e di idee sempre nuove, come quel sogno tanto coltivato ed atteso: il nuovo stadio Gianni Falchi, un progetto al quale stava dedicando anima e corpo.
    Una figura importante per Bologna, non solo a livello sportivo, ma soprattutto umano.

    Tutta la città si stringe ai suoi cari, a Roberta e Carlotta, in questo momento di grande dolore, sicura che Pietro non verrà mai dimenticato.

  • Maria Berti
    Bologna - 30/01/2017

    Maria Berti

    A Bologna era la regina dei colori ed era davvero impossibile non notarla.

    Maria Berti se n'è andata ad 89 anni, nel tentativo di riprendersi dopo un piccolo incidente domestico. In città era molto conosciuta e anche chi non sapeva il suo nome conosceva sicuramente il suo estroso modo di essere. Era una gran chiacchierona, gentile e sempre disponibile. Un innato gusto per l'abbigliamento e per gli splendidi accessori, che coordinava con immenso maestria.

    Sicuramente mancherà la sua eleganza, che resterà per sempre nei ricordi di chi le ha voluto bene, pur senza sapere chi fosse.

  • Ezio Pascutti
    Bologna - 05/01/2017

    Ezio Pascutti

    La famiglia rossoblù è in lutto. Si è spento all'età di 79 anni Ezio Pascutti, storico pilastro del Bologna di Bernardini. Con 130 reti in 296 partite disputate, era diventato praticamente un mito.

    Una grave insufficienza renale lo ha strappato all'affetto dei suoi cari, dopo un lungo calvario. Accanto a lui durante questo difficile periodo la moglie Emanuela e la figlia Alessandra, che non hanno mai smesso di stringergli la mano. Era un uomo umile ed alla mano, che non si era mai montato la testa. Era facile incontrarlo al bar sotto casa ed era facile scambiarci due parole.

    Lascia un enorme vuoto nel cuore dei suoi cari e in quello di tutti i tifosi rossoblu, che lo ricorderanno sempre come l'emblema di un Bologna forte e determinato, proprio come lui.

Back to top