Risultati: 1.000
  • La Spezia - 20/03/2020

    Massimiliano Maggi

    La comunità spezzina si stringe nel lutto per la scomparsa di Massimiliano Maggi, Maresciallo Maggiore addetto alla Stazione CC di La Spezia Principale, vittima del coronavirus.

    Una vita dedicata al lavoro e alla famiglia. Orgoglioso della divisa, impegnato nella sicurezza della comunità, ha prestato servizio fino alla fine. Fino al maledetto contagio.

    Alla sua famiglia, in particolare alla moglie e ai due figli, vanno le nostre più sentite condoglianze.

  • Oristano - 29/02/2020

    Antonio Garau

    La comunità di Uras si stringe nel lutto per la scomparsa di Antonio Garau, venuto a mancare all'età di 47 anni.

    Grande lavoratore, sin da giovanissimo si è dedicato con passione al mondo della ristorazione come pizzaiolo, prima in Italia e poi per molti anni in Germania. Per quattro anni ha combattuto contro il mostro con forza, senza far mai pesare a parenti e amici il suo reale stato. Sempre gioioso e simpatico anche se lontano dalla sua terra Natale tutti i giorni intratteneva con zii cugini e amici lunghissime telefonate che lo aiutavano a sentire meno la distanza che c’era tra tutti noi e la Germania. Lo piangono i genitori Amerigo con Natalina la sorella Silvia i fratelli Federico con Roberto e tutti i cugini e zii.

    A loro va il commosso abbraccio dell’intera comunità. Con la certezza che il ricordo del caro Antonio resterà scolpito in eterno nei cuori di chi ha avuto il privilegio di conoscerlo.

  • Vercelli - 15/11/2019

    Vincenzo Cuttaia

    Vercelli si è stretta nell’ultimo ricordo a Vincenzo Cuttaia, venuto a mancare a soli 58 anni in seguito a una terribile malattia che non gli ha lasciato scampo.

    Originario di Licata, Vincenzo era uno dei volti più conosciuti del commercio locale. Pioniere dell’import-export di frutta e verdura, anni fa importò in città la catena Pizzò, per poi diventare imprenditore nell’ambito della fornitura di attrezzature professionali per la ristorazione.

    La sua perdita lascia un grande vuoto nella memoria vercellese.

    Il commosso abbraccio dell’intera comunità va alla moglie Kateryna, ai figli Riccardo, Giulia e Francesca, e a tutti i suoi cari.

    Con la certezza che il caro ricordo di Vincenzo resterà vivo in eterno nei cuori di chi gli ha voluto bene.

  • Brescia - 14/11/2019

    Silvano Bologna - Paitone

    La comunità di Paitone è in lutto per la tragica scomparsa di Silvano Bologna.

    Silvano, 70 anni, era un falegname in pensione conosciuto e benvoluto da tutti.

    Ieri, come tanto amava fare, stava facendo una passeggiata in compagnia del nipotino. Quest’ultimo davanti, il nonno alle sue spalle, per proteggerlo. Mentre i due risalivano la strada verso Paitone, un’auto ha violentemente tamponato Silvano, non lasciandogli scampo. Il bambino, invece, non è stato fortunatamente coinvolto.

    Oggi, in questo momento di profondo dolore, il commosso abbraccio dell’intera comunità va alla moglie Elide, ai tre figli, ai nipoti e a tutti i suoi cari.

    Il caro ricordo di Silvano resterà impresso, per sempre, nei cuori di chi gli ha voluto bene.

  • Terni - 06/11/2019

    In ricordo di Elio Pambianco

    La comunità ternana si stringe nel ricordo di Elio Pambianco, scomparso il 6 novembre di sei anni fa.

    Quella di Elio è stata una vita spesa per la politica cittadina, sempre in prima linea da quando aveva quindici anni, senza scendere mai a compromessi. Uomo di destra, militò tra le fila dell'MSI ai tempi di Almirante per poi proseguire la linea di Alleanza Nazionale. Dal carattere schietto, a tratti burbero, ha sempre combattuto per la difesa dei suoi valori. Personaggio spesso scomodo, è stato per molti anni un indiscusso punto di riferimento per gli elettori che vedevano in lui un uomo leale ed orgoglioso di rappresentare voce, pensieri ed idee di molti ternani.

    Passano gli anni ma il ricordo di Elio Pambianco è ancora vivo, custodito nei cuori di chi lo ha conosciuto e apprezzato per l'uomo che è stato. Per la persona appassionata e sincera. Per il politico autentico, al di là di ogni colore o partito.

  • Terni - 07/10/2019

    Augusto Visconti

    La città di Terni si stringe nel dolore per la scomparsa di Augusto Visconti, venuto a mancare in seguito a una malattia contro cui ha a lungo combattuto e che alla fine non gli ha lasciato scampo.

    Brillante imprenditore e illuminato commerciante, fu capace di portare avanti la storica tipografia di famiglia, rappresentando, allo stesso tempo, un punto di riferimento culturale e sociale per l’intera comunità.
    Augusto aveva dato vita a iniziative di grande spessore negli anni '70 e '80, su tutte quella del cinema Primavera e del Typocinet, una piccola e affascinante realtà ricavata in un locale attiguo alla sua attività in via Campofregoso. Dal teatro d’avanguardia al jazz, sono tante le esperienze con le quali Augusto negli anni ha movimentato la dimensione culturale ternana. Chiusa l’attività, si era dedicato allo studio della medicina alternativa, allo sport e alle dinamiche relative alla tutela ambientale.

    Uomo intelligente, colto e generoso, Augusto lascia un vuoto incolmabile.

    Ai suoi cari, in questo momento di profondo dolore, giungano le più sincere condoglianze da parte dell’intera città. Con la certezza che il suo ricordo resterà scolpito in eterno nei cuori e nelle menti di chi ha avuto il privilegio di conoscerlo.

  • Terni - 16/09/2019

    Paola Rossi

    Terni è in lutto. Si è spenta la professoressa Paola Rossi, donna e docente amata e stimata da tutti. Si è dovuta arrendere alla malattia, scoperta poco tempo fa, gettando nello sconforto l’intera città.

    Insegnante presso i licei Galilei e Donatelli, è sempre stata un punto di riferimento per la comunità scolastica. Seria, bella, elegante, Paola era una donna professionale, competente e dalle grandi doti umane. Un esempio per alunni e colleghi.

    Oggi, nel giorno del dolore, il commosso pensiero di tutti va ai suoi cari.

    La sua perdita lascia un vuoto incolmabile. Ma il ricordo del suo dolce sorriso vivrà in eterno nei cuori di chi ha avuto il privilegio di conoscerla.

  • Cagliari - 29/07/2019

    In ricordo di Simone Loru

    Il 25 luglio del 2015 la comunità di Serrenti dava il suo addio a Simone Loru, giovane rimasto vittima di un incidente stradale a soli 26 anni.

    Tutti conoscevano Simone. Un ragazzo solare, dal sorriso contagioso. Amante della vita, del divertimento e della sua inseparabile Kawasaki Ninja. Grande appassionato di moto, il suo idolo di sempre era Valentino Rossi.

    Simone era solito percorrere la strada tra Sant'Andrea Frius e Ballao insieme alla sua Ninja, un percorso che gli piaceva particolarmente per via delle sue numerose curve. Il 25 luglio di quattro anni fa, proprio tra le strade di Sant’Andrea Frius, Simone se ne è andato in sella alla sua più grande passione.

    Passano gli anni ma oggi, come allora, il nostro pensiero va alla sua famiglia e ai suoi cari.

    Il caro ricordo di Simone vive ancora nei cuori di chi gli ha voluto bene.

  • Lecce - 22/07/2019

    Giovanni Semeraro

    Il mondo del calcio leccese piange la scomparsa di Giovanni Semeraro, ex patron giallorosso venuto a mancare all’età di 82 anni.

    Semeraro si è spento presso la Clinica Petrucciani. Lo scorso 7 luglio era stato ricoverato d’urgenza in seguito ad uno scompenso cardiaco.

    Imprenditore e azionista di maggioranza di Banca del Salento (divenuta poi Banca 121 fino alla cessione al Monte dei Paschi di Siena), acquistò il Lecce nel 1994 quando la squadra stava per retrocedere Serie C1. Affidò la presidenza a Mario Moroni e in soli due anni ottenne la promozione in serie A. Dalla stagione 2005-06 scelse di andare in “prima linea”, coprendo la carica di presidente. Poi passò il testimone al figlio Pierandrea.

    Dopo nove campionati disputati nella massima serie, nel 2005 Semeraro decise per la cessione del club. Con lui al timone i giallorossi ottennero straordinari risultati, consolidando e rafforzando la notorietà del Lecce Calcio a livello nazionale.

    Tuttavia quei colori gli rimasero nel cuore, tanto è vero che spesso lo si vedeva in tribuna al Via del Mare.

    Con Giovanni Semeraro se ne va un grande imprenditore, un uomo innamorato del Lecce, un presidente "vecchio stampo" che ha saputo scrivere pagine indelebili della storia del club salentino.

    Alla sua famiglia va il commosso abbraccio dell’intera comunità.

  • Lucca - 29/04/2019

    Giuseppe Riccucci

    Alle 20:45 di ieri sera si è spento presso l'ospedale Versilia Giuseppe Riccucci, nato a Lucca il 30 gennaio 1934.

    Persona altruista e generosa, era un uomo ricco di interessi. Appassionato di pesca e della ricerca di funghi nei boschi, amava fare lunghe passeggiate e passare il tempo con la sua inseparabile famiglia.

    Lo piangono la moglie Anna, i figli Roberto, Andrea e Manuela, i nipoti Sara Elisa Gabriele Lorenzo e Tommaso, e tutti i suoi cari.

    A loro va il commosso abbraccio dell'intera comunità.

    La salma resterà per un commiato fino alle 18:00 del giorno 30/04/2019, poi giovedì mattina alle ore 9 verrà trasportata a Pisa per la cremazione.

  • Terni - 29/12/2018

    Carla Depretis

    Comunità ternana in lutto per la scomparsa di Carla Depretis, nota commerciante venuta tragicamente a mancare nella mattinata di Santo Stefano. Carla, di soli 51 anni, era una commerciante conosciuta da tutti, con negozi di profumeria a Narni Scalo e a Terni.

    Infaticabile lavoratrice, esemplare professionista e donna dal grande cuore, la sua perdita lascia un vuoto enorme nelle vite di chi ha avuto il privilegio di conoscerla.

    Vogliamo ricordarla con il pensiero che le hanno dedicato la mamma e le sorelle.

    “È volata in cielo in maniera tragica ed improvvisa una donna unica e meravigliosa che ha profuso tutta la sua vita nello studio e nel lavoro...dedicandogli ogni giorno della sua esistenza...le due sorelle e la mamma vogliono che sia ricordata così...come fulgido esempio di serietà, responsabilità e coraggio.
    Grazie Carla per tutto quello che abbiamo condiviso e combattuto insieme.”

  • Terni - 06/12/2018

    Aldo Montanucci

    Terni si stringe nell'ultimo saluto ad Aldo Montanucci, scomparso nella giornata di ieri.

    Conosciuto e amato da tutti, adulti e ragazzi, lo si vedeva spesso passeggiare tra le vie della città, andare al mercato o aspettare il bus per tornare a casa.

    Con Aldo se ne va un uomo “normale”, la cui perdita lascia un grande vuoto nei cuori di tutti noi. Con Aldo se ne va un pezzo di storia di Terni.

Back to top